Verifiche sismiche: terminate le prove sui materiali alle scuole Moretti e Fermi

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Mondolfo – Proseguono i lavori dei tecnici incaricati dall’Amministrazione comunale di effettuare le verifiche da un punto di vista sismico sugli edifici scolastici del territorio. Intanto si è conclusa la prima parte delle indagini che ha riguardato le prove preliminari sui materiali relativi alle scuola “Moretti” e “Fermi” che successivamente serviranno a determinare gli esiti della verifica finale con cui dovrà essere determinato l’indice di vulnerabilità delle strutture.
“Come avevamo annunciato ai cittadini in occasione dell’assemblea pubblica dello scorso 2 febbraio – ha detto il Sindaco, Nicola Barbieri – continua il programma di verifiche sismiche sugli edifici scolastici che ci siamo adoperati a portare avanti perchè il tema della sicurezza dei nostri ragazzi sia una priorità. Entro la fine dell’anno avremo i risultati finali delle verifiche effettuate su entrambi gli edifici”.
Nei giorni scorsi l’ingegnere Canucoli (uno dei tecnici dello Studio Ingenium incaricato dal Comune di effettuare le verifiche) ha incontrato il Sindaco, Nicola Barbieri e l’assessore ai Lavori Pubblici, Lucia Cattalani, per riferire sugli esiti della prima parte delle indagini effettuate negli edifici scolastici mondolfesi che viste le caratteristiche strutturali (età di costruzione, tipologia dell’edificio e numero di alunni) sono stati sottoposti per primi a verifica.
I dati, che consentiranno di mappare in modo dettagliato lo “stato di salute” di questi primi due edifici, saranno resi noti rispettivamente a settembre per quanto riguarda l’Istituto Comprensivo “E.Fermi” ed entro fine anno per quanto concerne la Scuola “Moretti”. Poi il Sindaco Barbieri ha voluto lanciare un invito alla minoranza: “ a non creare inutili allarmismi – ha detto – ancora prima di conoscere i risultati finali”. E precisa:” Siamo la prima Amministrazione del Comune di Mondolfo ad avere effettuato controlli e verifiche sismiche nonostante la legge obbligava i Comuni già da molti anni ad adoperarsi in questo senso, cosa che invece le precedenti amministrazioni non hanno mai fatto”.

Cosa ne pensi? Lascio un commento!