Emergenza idrica, l’AATO chiede ai sindaci ordinanze per ridurre il consumo di acqua

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Pesaro – Per scongiurare l’emergenza idrica, viste le scarse precipitazioni nel periodo invernale e primaverile ed i bassi livelli delle riserve accumulate negli invasi sul fiume Metauro, il presidente dell’AATO (Assemblea di ambito territoriale ottimale) Marche Nord Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini ha invitato tutti i Comuni ad emettere, entro il 21 giugno, ordinanze di riduzione dei consumi idrici.
Ogni anno, durante la stagione estiva – spiega Daniele Tagliolini – l’Aato monitora quotidianamente i valori delle portate dei principali corsi d’acqua dell’Ambito di Pesaro e Urbino ed i livelli degli invasi di riferimento del sistema di approvvigionamento idropotabile, proprio per prevenire eventuali carenze al sistema acquedottistico provinciale. I dati raccolti in quest’ultimo periodo mostrano un’evidente carenza nelle portate uscenti dalle fonti appenniniche e nei livelli delle riserve negli invasi sul Metauro. Chiedo dunque ai sindaci di adottare questa misura straordinaria e urgente per regolare l’utilizzo delle risorse disponibili e garantire a tutti i cittadini di soddisfare i bisogni primari per l’uso alimentare domestico e igienico”
Con le ordinanze sarà vietato parzialmente o totalmente il prelievo e consumo di acqua derivata dal pubblico acquedotto per: irrigazione e annaffiatura di orti, giardini e prati; lavaggio di aree cortilizie e piazzali; lavaggio privato di veicoli a motore; riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino; tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l’igiene personale.