230 iscritti alla 10^ edizione del convegno ‘Psicologia dell’invecchiamento’. Un successo

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Fano – Giunto alla decima edizione, il Convegno Nazionale di Psicologia dell’Invecchiamento è stato ospitato quest’anno dalla città di Fano. Il convegno ha avuto inizio nella meravigliosa Location del Teatro della Fortuna, utilizzando contemporaneamente la Sala Verdi, la Sala Polivalente ex San Michele e la Sala di Rappresentanza della Fondazione Carifano, snodandosi in un centro storico accogliente e prestigioso.
Presenti di ben 230 iscritti fra venerdì e sabato più relatori esteri e nazionali.
A conferma di questo mondo di psicologi di prestigio, transitato per la città, anche il dato del Presidente Associazione Albergatori di Fano, Luciano Cecchini che riferisce 160 presenze circa per 2/3 notti che hanno alloggiato negli alberghi fanesi, dati oltremodo importanti per il turismo della città di Fano.
La Società Italiana di Psicologia dell’Invecchiamento (SIPI), promotrice dell’evento, è una società scientifica che riunisce studiosi afferenti alle principali Università italiane e clinici che lavorano nell’ambito della psicologia dell’invecchiamento. Tra i principali obiettivi: promuovere studi e ricerche nel settore dell’invecchiamento sano e patologico, favorendo la diffusione delle nuove conoscenze scientifiche e l’uso di strumenti standardizzati di diagnosi e intervento per l’anziano e i famigliari.
Il pre-evento/tavola rotonda ‘Anziani e Terremoto’, che si è tenuto presso la Sala di Rappresentanza della fondazione Carifano, coordinata dal Dott. Luca Pezzullo, ha affrontato il tema delle intersezioni tra psicologia dell’emergenza e psicologia dell’invecchiamento; un tema quest’anno di drammatica attualità nel territorio marchigiano, a seguito del terremoto del 2016.
In occasione della tavola rotonda è stata presentata la bozza della ‘Carta di Fano’, una dichiarazione di principio sull’intervento psicosociale con gli anziani in situazioni di emergenza che rappresenterà un modello d’intervento su tutto il territorio Nazionale..
Sono intervenuti la Presidente della SIPI Prof.ssa Rossana De Beni, l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Fano Dott.ssa Marina Bargnesi, la Prof.ssa Carmen Belacchi dell’Università di Urbino, coordinatore dell’organizzazione locale dell’evento, e i rappresentanti di alcune importanti realtà operative: il Prof. Franco De Felice – presidente ASSCOOP, il Dott. Aquilino Calce – Ordine Psicologi delle Marche, la Dott.ssa Mariarosa Bettiga, Caritas Ambrosiana e PxP Como, il Dott. Roberto Ferri – Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza, e la Dott.ssa Arianna Razzani – Federazione Psicologi per i Popoli.
Nelle due intense giornate di Convegno  aperte dal saluto, tra gli altri, del Sindaco del Comune di Fano Massimo Seri, dal consigliere regionale Renato Claudio Minardi, della Presidente della Fondazione Teatro Catia Amati, del Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Marche Dott. Pierucci, della Consigliera di Amministrazione ENPAP Chiara Santi, hanno partecipato circa 200 tra ricercatori e clinici di tutta Italia, tra cui Psicologi, Medici, Educatori Professionali, Logopedisti ed Infermieri.
Tre sono stati i relatori di prestigio invitati per le Lezioni Magistrali: l’ospite internazionale Maria C. Norton, Utah University, che ha trattato il tema delle nuove mobile technologies come strumento all’avanguardia per la promozione di un invecchiamento in salute; il Prof. Guaita, Fondazione Golgi Cenci, che ha offerto numerosi spunti di riflessione teorica e di applicazioni cliniche sulle modificazioni sensoriali nella demenza, proponendo la costruzione di specifici ambienti protesici; il Prof. Cornoldi, Università di Padova, che ha portato un contributo sul tema dell’intelligenza nell’invecchiamento cognitivo, attraverso la presentazione di alcuni modelli teorici e di norme standardizzate dei tre principali strumenti psicometrici che misurano questo costrutto.