Banche in rosso. 114 istituti rischiano grosso, così pure i clienti. L’elenco completo

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Nel 2017 la crisi delle banche è destinata a continuare ma esistono delle banche più a rischio delle altre, a rischio ‘bail in’ e a rischio crollo in borsa.
Per questo motivo presentiamo l’elenco delle banche italiane più a rischio nel 2017 secondo le analisi di fonti molto autorevoli come Banca d’Italia, lo stress test della Banca Centrale Europea (BCE) e del Financial Times. Le banche a rischio mettono paura ai consumatori italiani, che temono di perdere i risparmi di una vita per colpa del ‘bail in’ o per un intervento dello stato come quello delle quattro banche salvate lo scorso anno, che si è tradotto in un vero e proprio disastro per i piccoli risparmiatori. Secondo la certosina ricognizione sui bilanci bancari (quasi 500 banche) del sistema italiano condotta dall’Ufficio Studi di Mediobanca emerge, tra le altre cose, che sono ben 114 gli istituti di credito (uno su 5) in cui il peso dei crediti malati è tale da far accendere più di un semaforo rosso. In quelle 114 banche (per lo più Bcc e Casse rurali) infatti gli Npl netti superano il valore del patrimonio
netto tangibile. Tante le banche marchigiane tra i 114 istituti a rischio. Questo a significare che l’economia della regione è in affanno e che la crisi morde ancora. Le Banche di credito cooperativo quelle più mal messe: Bcc Filottrano, Bcc Ancona, Bcc Corinaldo, Bcc Falconara. Bcc Banca Suasa, Bcc Picena, Bcc Picena Truentina, Bcc Ripatransone, Bcc Recanati e Colmurano.

Di seguito indichiamo nella tabella quali banche sono rischiose in Italia e offrire una guida rapida al consumatore preoccupato per la propria banca.

Cosa ne pensi? Lascio un commento!