Movimento 5 Stelle: Il Tar annulla la nomina dei dirigenti della Regione Marche

maggi con di battista
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Il Tar con sentenza n. 223 ha accolto il ricorso di due aspiranti dirigenti della regione Marche e ha annullato il recente concorso.
I due hanno impugnato sia le procedure che lo svolgimento e così è stato annullato il Decreto del Segretario generale della Giunta regionale n. 23 del 25/11/2013 con il quale veniva indetto il concorso pubblico per la nomina di 13 dirigenti. Il Tar ha salvato solo una posizione, quella della Segreteria della Giunta e attività di supporto alla Segreteria generale. Anche il Movimento 5 Stelle aveva segnalato alla Corte dei Conti e all’Autorità anti corruzione (Cantone) l’atto con il quale si individuavano le risorse per l’assunzione di questi dirigenti non ritenendolo rispettoso della normativa vigente.
Ma questa Giunta, la cui impreparazione è pari alla sua arroganza, vedi l’accusa di sciacallaggio a chi denuncia gli inammissibili ritardi nelle zone terremotate, non solo sbaglia ma persevera nell’errore. All’assenza del Segretario generale (Costa se ne è andato) ora si aggiunge anche quella di 12 dirigenti. Chi firmerà le centinaia di atti compresi i bandi, i pagamenti e tutte quelle centinaia di decreti che richiedono una o più firme per essere legittimi e operativi? L’impalcatura di governo di Ceriscioli sta scricchiolando paurosamente e sotto ci siamo noi cittadini delle Marche.

(da Gianni Maggi – Movimento 5 Stelle)