Lavori a Sant’Orso mettono a rischio la riapertura della Fano Urbino. Troncato il binario della ferrovia

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Fano – Sulle opere compensative nel quartiere di Sant’Orso interviene Italia Nostra. Un tratto della ferrovia Fano-Urbino è stato divelto per permettere il passaggio della nuova strada. A 50 metri di distanza, durante l’ampliamento della terza corsia della sottostrada, è invece stato realizzato un sottopassaggio.
In netto contrasto, scrive Italia Nostra, e in dispregio con quanto approvato all’unanimità dalla Camera dei Deputati il 27 gennaio scorso con il disegno di legge per l’istituzione delle ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico e archeologico, nei giorni scorsi il comune di Fano ha permesso la definitiva distruzione della Ferrovia Fano-Urbino.
Spacciata per opera di compensazione, prosegue, per la costruzione della terza corsia autostradale, questa operazione ha scardinato e troncato il binario che da più di cento anni collegava la costa all’entroterra.
La tratta rientra proprio fra i primi 18 tracciati che, paradossalmente, la nuova Legge sulle Ferrovie Turistiche, ora in discussione al Senato, tutelava.
Oggi non c’è più nulla.
(da Italia Nostra)