Pesaro – Ci lamentiano quando i ciclisti per strada occupano gran parte della carreggiata, ostacolando e rendendo più complicato il sorpasso. I ciclisti da parte loro dicono di essere in regola e che basta non superare la corsia di marcia. E allora andiamo a leggere cosa dice la normativa vigente.
Secondo il Codice della strada hanno ragione gli automobilisti: i ciclisti infatti dovrebbero procedere in una fila unica in tutti i casi dove la situazione della circolazione lo richiede, e comunque non è mai possibile essere più di due su una stessa fila. Al di fuori dei centri abitati, la situazione cambia con i ciclisti ad essere obbligati a procedere per una fila unica, tranne nel caso in cui l’altro ciclista sia un minore di anni 10 affiancato da un ciclista adulto.
La legge parla quindi chiaro: le regole ci sono e vanno fatte rispettare. A ben vedere, i motivi per cui molti ciclisti viaggiano affiancati in gruppi di due o di tre può essere legato anche alla sicurezza, visto che in questo modo il gruppo dei ciclisti occupa in lunghezza meno spazio, consentendo alle auto di poterli superare più rapidamente. Ma questo ragionamento, pur essendo valido, come abbiamo visto non va d’accordo su quanto invece scritto nel Codice della strada.