Fra meno di 100 anni le città di mare spariranno. L’Enea: l’acqua crescerà di 1 metro e mezzo

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Il mare Adriatico si innalzerà da 90 a 140 centimetri da oggi al 2100, a causa del riscaldamento globale, se non verranno ridotte le emissioni di gas serra.
La notizia da una ricerca sulle variazioni del livello del Mediterraneo coordinata dall’Enea. Lo studio, pubblicato dalla rivista scientifica Quaternary International, è stato realizzato da ricercatori dell’Ingv e delle Università di Roma «La Sapienza», Bari «Aldo Moro», Lecce, Catania, Haifa (Israele), Parigi e Marsiglia (Francia).
Il Mediterraneo, si sottolinea,  si è innalzato di appena 30 cm negli ultimi 1.000 anni, mentre entro il 2100 a causa del riscaldamento globale salirà da 60 a 95 centimetri (il doppio o il triplo), fino a un massimo di 140 cm nel Nord dell’Adriatico.
Le aree più estese si trovano sulla costa settentrionale del mare Adriatico, tra Trieste e Ravenna. Altre aree particolarmente vulnerabili sono le pianure costiere della Versilia, di Fiumicino, le Piane Pontina e di Fondi, del Sele e del Volturno, l’area costiera di Catania e quelle di Cagliari e Oristano. Il massimo aumento del livello delle acque è atteso nel Nord Adriatico, tra 90 e 140 centimetri».