Varotti punzecchia Ricci: pensa di stare a Venezia. Hotel 4 stelle, flessione del 3,1%

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Pesaro – Arriva un monitoraggio che non depone bene sotto il profilo turistico: stando ad un istituto di Rimini che si chiama “Monitor” nel mese di gennaio di questo nuovo anno le strutture degli hotel a 4 stelle della città hanno perso clientela, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari a un 3,1%. Con un a occupazione delle camere che è al 44%. Pesaro risulta tra quelle messe peggio, fatta eccezione per alcune città come Pescara e Perugia. Sotto il profilo dei prezzi delle camere, l’offerta é in linea col panorama italiano e cioè intorno agli 80 euro a notte, fatta eccezione per Milano, Venezia e Roma che hanno cifre molto più elevate. Da preoccuparsi? Domanda da girare ad Amerigo Varotti direttore di Confcommercio e vicepresidente della Camera di Commercio, che fra l’altro in questi giorni è a Monaco in Germania proprio per una fiera del turismo.

Presidente, come legge tutto questo?
«Viste le condizioni generali del Paese e cioè la crisi, e visto anche che il terremoto sulle nostre zone ha pesato molto, direi proprio che questi dati non sono male. Mi sarei aspettato una flessione più marcata».
Ma il mercato dei 4 stelle fa testo?
«Bisogna tenere in conto che in tutto il panorama pesarese gli alberghi a 4 stelle sono una decina in tutto. Per cui é difficile allargare la lettura di questo dato.
E quindi direi che quello dei 4 stelle è particolare, anche se sotto quello dei 5 stelle, che è ancora più limitato. Per capire qualcosa bisognerà attendere l’apertura di tutti gli altri hotel e cioè dei 3 stelle, quelli dove ce la dobbiamo battere con la Romagna. Solo a quel punto vedremo veramente l’effetto del terremoto sulla prossima stagione turistica. Anche se già tra oggi e domani si capirà qualcosa anche qui a monaco. Vediamo come risponderanno i tedeschi alle nostre offerte e proposte turistiche».
Rimedi?
«Ma… io al sindaco di Pesaro avevo chiesto di ritoccare la tassa di soggiorno per i tre stelle e non per i 5 stelle come invece ha fatto, perché gli hotel di lusso hanno un pubblico tutto particolare e quindi due o tre euro in più o in meno sul costo della camera poco incidono.
Mentre nei 3 stelle noi ce la battiamo con la Romagna con differenze che sono sull’ordine anche dell’euro al giorno. Il nostro sindaco pensa di stare a Venezia, ma questa si chiama Pesaro …e vive molto sul turismo organizzato, di eventi sportivi ed anche sugli anziani».