Tutti insieme contro il piano sanitario della Regione. E’ tempo per un’azione persistente e coordinata

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Fano – Riguardo l’iniziativa avviata da UDC, FI, la Tua Fano e Progetto Fano, ci spiace notare la frammentazione che spesso caratterizza le iniziative politiche dei vari gruppi per contrastare lo sciagurato piano sanitario regionale disegnato per nostra provincia.
C’è un assoluto bisogno di un’azione persistente e coordinata, un confronto attento tra le varie forze politiche che si oppongono alla caparbietà del Presidente Ceriscioli per un progetto verso il quale anche molti personaggi del PD stanno rivedendo la loro posizione.
Non troviamo negativa l’iniziativa dei quattro gruppi consigliari, sebbene un pò ondivaghi su questi temi in tutti questi anni, né tanto meno in contrasto con la iniziativa di Mozione Popolare promossa da BC, Lega Nord, M5S ed il gruppo Possibile, e per questo non capiamo, anche perché non motivata, l’opposizione alla iniziativa.
Il documento emerso dall’incontro dei sindaci nel così detto patto di Piagge, riproponendo per il nostro territorio ” una rete di assistenza ospedaliera per acuti omogenea su tutto il territorio provinciale – come, tra l’altro previsto, dalla L. R. n. 26 del 17 luglio 1996 – da attuare con la salvaguardia e il potenziamento degli ospedali ancora esistenti” è un’ottima, concreta sintesi delle riflessioni ed esigenze emerse dagli interventi dei vari gruppi rappresentanti le varie popolazioni provinciali e dai loro sindaci, per rilanciare la revisione del piano Sanitario Regionale, che da tempo scaduto (2014), può e deve essere rivisto per esprimere pienamente il diritto alla salute delle nostre popolazioni.
Il destino dell’ospedale S. Croce è strettamente legato a quello dei vari ospedali provinciali , in una visione complessiva capace di valorizzare ogni struttura ed esigenza. Una mozione che responsabilizzi il nostro Sindaco, che anche nell’ultimo incontro dei vari Sindaci ha visto bene di uscire al momento del voto. Chiediamo pertanto alle forze di opposizione della nostra città superando qualsiasi logica propagandistica, tentazione sempre presente per ogni forza politica, di unirsi in un comune impegno che possa portare alla difesa di tutte quei servizi utili a garantire il diritto alla salute di ogni cittadino e di contribuire e condividere con noi dal 4 marzo prossimo l’iniziativa di raccolta firme utili alla presentazione della mozione.

Firmatari: Carlo De Marchi, Marta Costantini, Dante Leopardi, Lodovico Doglioni

(da Carlo De Marchi – Bene Comune)