Teatro Sanzio: si parla dei rapporti tra l’Europa e i paesi della sponda Sud del Mediterraneo

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Urbino – Venerdì 3 marzo, dalle ore 14.30 alle 18,30, presso il Teatro Sanzio di Urbino, si svolgerà la manifestazione “Impresa e cultura. Il Mediterraneo che cui unisce”, seguita il giorno dopo dal Workshop “Sapore di Mediterraneo”, sull’industria agroalimentare.
I due convegni, sono organizzati dall’Università degli Studi di Urbino, dalla Cisalpino-Istituto Editoriale Universitario di Milano e dal CNR di Napoli (Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo), con il patrocinio della Rete Italiana per il Dialogo Euromediterraneo.
“Impresa e Cultura” è una serie di incontri tra ricercatori, imprenditori, artisti, proposti da Elisabetta Righini, professore di Diritto Commerciale dell’Ateneo urbinate. Il tema di quest’anno sono, appunto, i rapporti tra l’Europa e i paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Sul palco, la giornalista Rai Laura Gialli dialogherà con imprenditori, docenti, diplomatici, rappresentanti delle istituzioni e della cultura. Le interviste verranno intervallate da interventi musicali del soprano Felicia Bongiovanni, che negli ultimi anni si è spesso esibita in Ambasciate e Istituti Italiani di Cultura all’estero (tra l’altro, in un concerto per il Presidente Mattarella in visita di Stato ad Addis Abeba). Al pianoforte Paola Mariotti.
Nel corso dell’iniziativa, verrà assegnato il Premio Internazionale Epheso 2017, conferito da una giuria di diplomatici, imprenditori e ricercatori ad una personalità che abbia contribuito allo sviluppo dei rapporti euro-mediterranei.
Il workshop del 4 marzo sarà presieduto dal Prof. Giuseppe Giliberti (Delegato rettorale ai rapporti internazionali, Direttore della Collana EPHESO della Cisalpino), Desirée Quagliarotti (CNR) ed Elena Viganò (Università di Urbino). Ricercatori, diplomatici e imprenditori si incontreranno a Palazzo Battiferri per per progettare un Rapporto sull’impresa agroalimentare e una nuova rivista sui rapporti euro-mediterranei.
Alle iniziative partecipano: Hassan Abouyoub (Ambasciatore del Marocco), Luca Alessandrini (vincitore dell’International Student Innovation Award 2016), Peter Aufreiter (Direttore della Galleria Nazionale delle Marche), Mario Boffo (ex- Ambasciatore in Arabia Saudita, Presidente del Premio EPHESO), Salvatore Capasso (Direttore Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo CNR), Giuseppe Curaba (Presidente Curaba srl), Hamid El-Zoheiry (Presidente dell’Euro-Mediterranean University), Maurizio Gambini (Sindaco di Urbino, legale rappresentante di Terra Bio), Michèle Gendrau-Massaloux (Rector Emerita della Sorbona),Enrico Granara (Coordinatore per gli Affari Multilaterali Mediterraneo e Golfo del MAECI), Antonello Longo (Delegato del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Messina), Luigi Luminati (QN-Il Resto del Carlino), Nadia Majoul (Vice-Presidente dell’Union Tunisiènne de l’Industrie, du Commèrce et de l’Artisanat), Luciano Messi (Sovrintendente Macerata Opera Festival-Sferisterio), Enrica Miceli (Segretaria generale Prospettive Mediterranee), Enrico Molinaro (Direttore CE del RIDE-Fondazione Anna Lindh), Gianluca Pecchini (Direttore Generale Nazionale Italiana Cantanti), Carlo M. Pesaresi (Presidente del Consorzio Marche Spettacolo), Bandar Reda (Capo Ufficio economico dell’Ambasciata saudita), Vilberto Stocchi (Rettore dell’Università di Urbino), Giovanni Tumbiolo (Presidenza Distretto di Pesca di Mazara del Vallo), Alessio Vlad (Direttore Artistico dell’Opera di Roma), Giovanni Zappia (Università di Urbino).