Gigantesco ammasso di rifiuti pericolosi. Nei guai due persone di Fermignano

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Fermignano – Al termine di un’ indagine finalizzata al contrasto degli illeciti nel settore della gestione e dello smaltimento di rifiuti, condotta dal personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Urbino, coordinato dal Dirigente dr. Simone Pineschi, sono state denunciate due persone, titolari di altrettanti depositi abusivi ubicati, rispettivamente in località San Silvestro di Fermignano a pochi metri da alcune civili abitazioni e Muraglione di Urbania. Le due aree sono state sottoposte a sequestro, essendovi stati ammassati rifiuti pericolosi come lastre di eternit, batterie e oli esausti, oltre a circa 120 metri cubi di pneumatici, carcasse di veicoli, camion e ruspe, motori di veicoli, elettrodomestici, macchine da cucire e decine di biciclette gli accertamenti.


Gli accertamenti fatti hanno consentito di verificare come anche materiale derivato da lavorazioni edilizie, come l’ eternit, fosse stato sepolto in quei siti utilizzando macchine per il movimento terra. I denunciati sono un 36enne e un 53enne entrambi residenti a Fermignano. Il primo dovrà anche rispondere del reato di ricettazione, essendo stata sequestrata anche una matassa di trecciato di rame, circa la cui provenienza l’uomo non è stato in grado di fornire alcuna valida spiegazione.