Sequestrati due tratti di spiaggia: avevano creato cumuli di saggia e ghiaia

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Fano – La Guardia Costiera ha posto sotto sequestro due tratti di spiaggia all’Arzilla e lungo il litorale di Sassonia, dove sono stati rinvenuti cumuli illegali rispettivamente di sabbia e di ghiaia. La scoperta è stata fatta dagli uomini del Nucleo di Polizia Marittima e difesa costiera, durante l’attività di vigilanza volta alla a tutelare i beni demaniali ed al rispetto delle norme ambientali. Gli agenti della polizia marittima hanno accertato la presenza, lungo i tratti di costa anzidetti di estesi cumuli di sedimenti realizzati artificialmente in assenza di qualsivoglia titolo. “Il demanio marittimo .- ha dichiarato la comandante della Capitaneria di Porto, tenente di vascello Elena Di Donato – è un bene collettivo, di tutti e di ciascuno, tutelato dalla normativa paesaggistica e dal Codice della Navigazione”.
Ogni intervento dunque necessita di essere specificatamente autorizzato dall’ente preposto alla tutela ambientale, così come dal comune gestore, per quanto tuttavia, nel caso di specie, le “dune“ appaiono tali, per estensione ed altezza, che difficilmente sembrano autorizzabili, nelle forma e dimensione attuali, arrivando a toccare, in un punto della località Arzilla, addirittura i 4 metri di altezza. Una vera e propria muraglia di sabbia.