Le Cipolle di Jesi hanno già previsto il tempo del 2017. Inverno non freddo, estate afoso a luglio

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Le cipolle e il meteo 2017. Adesso quelle Jesine, poi Urbania. Le cipolle di Urbania non sono ancora mature per le previsioni meteo di quest’anno, mentre in altri luoghi delle Marche il bulbo ha già previsto il tempo per il 2017.
La tecnica è sempre quella e si avvale di una cipolla che viene tagliata prima in due poi in quattro parti. La metà che cade sulla destra corrisponde ai mesi pari, quella che cade sulla sinistra ai dispari. Il bulbo viene successivamente sfogliato seguendo le venature circolari
all’interno di essa ottenendo in ogni spicchio un trimestre, ovvero i dodici mesi. Questi vengono disposti secondo un ordine ben preciso (dallo spigolo esterno di sinistra a quello interno di destra) sul davanzale di una finestra esposta a nord con sopra qualche chicco di sale marino.
La mattina seguente, prima del sorgere del sole, le sfoglie di cipolla vengono ritirate e analizzate. Per ogni spicchio, che corrisponde al mese, si annota come si è disposta l’acqua, se ci sono gocce e se sono rotonde o allungate.
Interpretandone il significato si effettuano le previsioni.

Queste le previsione meteo del 2017:
L’anno 2016 appena concluso, bisesto e funesto di nome e di fatto, oserei dire che peggio quasi non poteva fare… (vedi relazione dell’anno 2016), ma l’anno 2017 sarà sicuramente diverso, il natale con la luna buona, (luna calante) è di buon auspicio. Speriamo bene!!! La natura con i suoi segnali ci dice che il 2017 sarà un anno molto variabile, privo o quasi delle mezze stagioni, la pioggia sembrerebbe non mancare proprio.
L’inverno non sarà duro, ma sarà lungo, la primavera tarderà ad arrivare, per il caldo (quello vero) bisognerà aspettare la fine di maggio, afoso dalla fine di giugno, che per periodi l’afa ci accompagnerà fino alla metà di agosto, ma in questa fase non mancherà qualche sparso e benefico temporale estivo, (specie nella 1° e 2° decade di luglio). Dalla metà di settembre le prime piogge e umidità, già a ottobre i primi freddi che ci anticipa l’inverno, per le gelate e la neve si va a dicembre (dalla seconda decade).
Un anno il 2017, che sembrerebbe buono per i funghi, e purtroppo… anche per la mosca negli ulivi!!! Speriamo proprio che bastasse qui… per le noti dolenti. Adesso non ci rimane che aspettare le cipolle di Urbania e vedere se dicono la stessa cosa.

(da Alfio Lillini)