Arriva il primario di chirurgia. Adesso il reparto dovrebbe funzionare a pieno regime

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Pergola – Dal prossimo mese entrerà in servizio nell’ospedale di Pergola il nuovo primario di Chirurgia, il dottor Francesco Vittorio Gammarota. Finalmente si sblocca una situazione che aveva destato preoccupazione da parte dei pergolesi e del sindaco Baldelli sul futuro del nosocomio. Ora c’è il primario ma ci dovranno essere anche le strutture e il personale adatto.
La nomina del dottor Gammarota nell’ottobre 2015 a seguito di un concorso, era rimasta bloccata per un ricorso al Tar Marche che, in una recente sentenza, lo ha invece confermato di fatto nel ruolo di Direttore Medico di Struttura Complessa di Chirurgia Generale.
“Dopo la firma del contratto, avvenuta oggi, tra il chirurgo e l’Area Vasta n.1 – sottolinea il vice Presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi che ha seguito costantemente il problema in stretto contatto con il presidente Luca Ceriscioli e il direttore di Area Vasta n.1 Giovanni Fiorenzuolo – il nosocomio pergolese potrà contare su una professionalità di esperienza che, nei prossimi anni, saprà lavorare per un percorso di qualità in una struttura sanitaria strategica per il territorio, punto di riferimento della sanità dell’entroterra. Nonostante la riforma imponga una razionalizzazione del sistema sanitario che comporta inevitabili tagli, la nomina del nuovo primario conferma l’impegno da parte della Regione Marche per la salvaguardia dei servizi delle aree interne.
Un impegno che è stato mantenuto sebbene chi governa la cittadina continui a ribadire il rischio dell’imminente chiusura dell’ospedale. E’, inoltre, la dimostrazione che il nuovo Ospedale Marche Nord di secondo livello non potrà diminuire la validità del nosocomio pergolese ma consentirà una migliore organizzazione della risposta alle emergenze sanitarie. La nomina di Gammarota pone fine a una carenza nel reparto di chirurgia confermando l’efficacia del ruolo dell’Ospedale di Pergola per l’intero comprensorio”.