Neve e ghiaccio, ma il tempo peggiora. Maxi ingorgo a Frontone

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Cagli – Neve e ghiaccio, pioggia e nevischio lungo la costa. La provincia spaccata in due ma i problemi più grandi sono nell’entroterra dove la neve sta bloccando alcune attività, creando anche situazioni precarie sulle strade di collina e di montagna e nella viabilità in generale. Le macchine che erano in sosta ieri pomeriggio alla partenza della funivia del Catria, sono rimaste intrappolate dalla neve e dal ghiaccio. Tanta confusione perché tutti erano scesi in fretta e furia dagli impianti da sci per tornare a casa il prima possibile, preoccupati da peggioramenti del tempo e delle strade. Così si è verificato un maxi ingorgo con le automobili di traverso e la strada per Frontone con 15-20 cm di neve a fare da tappo. La situazione si è sbloccata un paio di ore più tardi con l’arrivo di uno spalaneve della provincia.
Altre criticità nelle zone appenniniche da Piobbico a Serra Sant’Abbondio. Fortunatamente nessun incidente stradale ma solo qualche macchina ferma perché qualcuno non aveva montato le gomme termine e che quindi si è dovuto fermare per mettere le catene, causando dei rallentamenti, anche prolungati, alla viabilità. Neve copiosa anche in Carpegna e a Montecopiolo; nel Montefeltro alcuni rallentamenti sulle strade ma almeno al momento non sono segnalati problemi particolari.
Questa situazione, dicono i vari meteo, durerà fino a giovedì e quindi non c’è da stare allegri perché la situazione potrebbe peggiorare causando intoppi nelle strade ed ulteriori disagi ai residenti. In funzione comunque i mezzi dell’Anas per le strade statali, mentre la Provincia sta impegnando nel territorio tutti gli automezzi disponibili. Spalaneve e spargisale sono in azione da ieri pomeriggio.