La ferrovia Fano-Urbino va ripristinata. Un’occasione unica per il rilancio del territorio

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Pesaro – La CISL di Pesaro, Fano, Urbino, da alcuni anni ha provato a sollecitare un dibattito per una proposta, più o meno condivisa sul riutilizzo della tratta ferroviaria Fano–Urbino, da anni dismessa. Ogni volta, da più parti, Associazioni interessate, Istituzioni, forse politiche, ecc., hanno cercato, ognuno, di spostare in avanti il pallino, con l’intento di catalizzare l’attenzione generale al proprio desiderata, indipendentemente se fosse realizzabile o meno. In questi anni, svariate sono state le proposte tra le più fantasiose, a scapito dell’ unica possibile: Rilanciare a fini turistici, della tratta rimasta, quel poco di ancora utilizzabile.
Oggi arrivano le scelte di “convenienza” che la proprietà, ovvero, le Ferrovie dello Stato sta facendo; sale l’allarme sul fatto che, ancora una volta, un pezzo di storia e di patrimonio del territorio rischia di essere disperso o depauperato in spezzatino.
Come CISL, plaudiamo alla sollecitazione del Sindaco di Urbino ed al suo grido di allarme, anche se a nostro modo di vedere, tutto questo, arriva in zona cesarini ormai quasi oltrepassata.
Cosa fare? Gridare ancora al lupo? O finalmente, questa società civile, le Istituzioni, la Regione, ecc., vogliono prendere seriamente in mano la situazione, sapendo che non di fantasia si deve ragionare, ma solo ciò che è concretamente realizzabile può essere perseguito come obiettivo ? La CISL è pronta a portare avanti la battaglia per scongiurare un ennesimo scempio del territorio e l’ennesima occasione persa.
Per questo, invita, gli Enti Locali interessati, il Comune di Urbino, gli operatori turistici le OO.SS., a fare fronte comune, al di fuori di schematismi di sorta, per individuare la proposta praticabile è spingere la Regione Marche ed il Ministero dei Trasporti, a trasformare una tratta in disuso in una occasione di sviluppo e rilancio del territorio, come valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico, architettonico e culturale delle aree interne e non la solita operazione per fare cassa.
(da Cisl Pesaro Fano Urbino)