Consiglio provinciale, si sono eletti tra loro. Tagliolini: “tornare al voto della gente”

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Pesaro – La Provincia di Pesaro Urbino da quando è divenuta Ente di secondo livello, cambiando quindi la modalità d’elezione degli organi, che non è più diretta ma di secondo grado, si è eletta da sola visto che c’era una singola lista di 12 persone e che tutte entrano senza fatica nel consiglio.
Pochi ma buoni direbbe qualcuno. Invece pochi ma con le solite facce note in una ammucchiata sinistra-destra che fa sorridere, se non piangere. A che serve un ente, ancora importante con deleghe pesanti come la scuola e le strade, senza opposizione e critica, senza controllo politico e di conseguenza del popolo sovrano. Il presidente Daniele Tagliolini, in carica per altri 2 anni, l’ha detta giusta, “bisogna rimettere al centro la gente, gli elettori. Bisogna in poche parole far votare i cittadini per eleggere presidente e consiglio”. Alla fine hanno votato tra loro, alla ceca, tanto tutti erano già con le stellette da consigliere. Che hanno fatto a fare questa elezione, almeno risparmiavano nelle spese del riscaldamento, delle pulizie e dai guardiani.
Nella Provincia di Ancora almeno c’è stata una divisione di rappresentanza, 7 consiglieri al centro sinistra, 4 al centro destra ed uno ad una lista alternativa. Qui, anche se la maggioranza è nettamente di centro sinistra, ci sarà una opposizione, un cane da guardia, che come chiede la democrazia, valuterà le scelte e la politiche di chi amministra.
Ecco i nuovi consiglieri, tra questi gli assessori che verranno eletti, ancora tra loro, ma tutti alla fine avranno delle deleghe. Non mettiamo i voti che hanno preso singolarmente sarebbe troppo:
Giuseppe Paolini (sindaco di Isola del Piano), Alberto Alessandri (sindaco di Cagli), Domenico Pascuzzi (sindaco di Gabicce Mare), Andrea Pierotti (sindaco di Acqualagna), Davide Dellonti (sindaco di San Lorenzo in Campo), Palmiro Ucchielli (sindaco di Vallefoglia), Francesca Paolucci (sindaco di Tavullia), Omar Lavanna (sindaco di Mercatino Conca), Nicola Barbieri (sindaco di Mondolfo), Massimiliano Sirotti (consigliere del Comune di Urbino), Enrico Nicolelli (consigliere del Comune di Fano), Lamberto Merendoni (consigliere del Comune di Piobbico). (n.c.)