Un altro tentato suicidio nel carcere di Pesaro

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Ha tentato di uccidersi nella sua cella del carcere di Pesaro, ma è stato salvato dal tempestivo intervento del poliziotto penitenziario di servizio. Protagonista, nella tarda serata di lunedì, un detenuto straniero che sconta una pena definitiva.
“L’insano gesto – posto in essere mediante impiccamento – non è stato consumato per il tempestivo intervento del poliziotto penitenziario di servizio, attento e professionale. Auspichiamo che gli venga riconosciuta una ricompensa a livello ministeriale per avere salvato una vita umana in carcere. Ma l’ennesimo evento critico accaduto in un carcere italiano è sintomatico di quali e quanti disagi caratterizzano la quotidianità penitenziaria, rispetto ai quali il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria guidato da Santi Consolo è assolutamente incapace di trovare soluzioni concrete”, denuncia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

L’uomo che ha tentato il suicidio è un detenuto nordafricano di 33 anni, S.A., già segnalato per una serie di atti finalizzati ad alterare l’ordine e la sicurezza durante la detenzione. Proprio per queste intemperanze è stato trasferito nel carcere di Pesaro da quello di Piacenza.