San Lorenzo in Campo cresce. Positivo il bilancio di fine anno del sindaco Dellonti

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

San Lorenzo in Campo – Nel suo ufficio spicca il verde della prestigiosa Bandiera agricoltura della Cia appena riconfermata. A fianco la targa che certifica San Lorenzo in Campo come primo tra i Comuni Ricicloni sotto i 5000 abitanti della provincia di Pesaro e Urbino. Fine anno è tempo di bilanci e il sindaco Davide Dellonti ripercorre un 2016 ricco di soddisfazioni, risultati, progetti e lavori, partendo proprio dall’ambiente. “Nelle ultime settimane abbiamo conquistato due riconoscimenti molto importanti che testimoniano la nostra enorme attenzione anche in campo ambientale. La Bandiera Verde premia il nostro impegno per la tutela dell’ambiente e del paesaggio, la valorizzazione dei prodotti tipici, per un’agricoltura di qualità. Nell’edizione 2016 di “Comuni Ricicloni”, siamo risultati primi, tra i centri sotto i 5000 abitanti della provincia, con il 76,44% di raccolta differenziata, e secondi assoluti tra tutti i 59 Comuni. E i risultati di quest’anno dovrebbero vedere ancora miglioramenti. Dal 1 dicembre è partito il nuovo appalto del servizio raccolta rifiuti: investimenti, lavori e tariffazione puntuale per essere un Comune sempre più virtuoso”.
Si sono fermati solo per le festività natalizie i vari cantieri sparsi nel territorio. “Abbiamo dato il via a 250mila euro di lavori per asfaltature e sistemazione delle strade, che vanno ad aggiungersi a quelli già conclusi. Lungo l’elenco dei lavori terminati: consolidamento e restauro del muro di sostegno stradale a Montalfoglio, regimazione delle acque alla Pieve di San Vito, allargamento e miglioramento dell’ecocentro, ricostruzione del muro crollato al cimitero di Montalfoglio, manutenzione straordinaria del teatro, nuovo manto del campo da tennis con il circolo locale, ristrutturazione del parco giochi per bambini, interventi straordinari presso i giardini pubblici dove sono stati effettuati indagini tecniche, analisi approfondite e lavori di potatura straordinaria di tutti i numerosi alberi. Procedono a San Vito i lavori, appaltati da Erap, per i 2 alloggi di edilizia residenziale pubblica. In fase avanzata anche la sistemazione di tutta l’area sottostante, dei bagni pubblici, e la realizzazione di una piccola stanza polivalente per le esigenze degli abitanti della frazione. A San Lorenzo invece i lavori per i 9 appartamenti di edilizia residenziale pubblica in via Manzoni, sono iniziati ormai da alcuni mesi e procedono regolarmente. Con le progettazioni per questi 11 appartamenti di edilizia economico-popolare effettuate dall’attuale Amministrazione, contiamo di dare risposta anche ai tanti, spesso famiglie locali, che per diversi motivi legati al “regolamento tipo” regionale, non riuscivano ad accedere in posizione utile alle graduatorie. A breve partiranno i lavori che riguardano l’illuminazione monumentale e l’arredo urbano del centro storico per ulteriori 160.000 euro. Un intervento di cui andiamo particolarmente orgogliosi e che rientra nella nostra opera di valorizzazione e di rilancio turistico, quindi anche economico, del paese. In gennaio verranno effettuati inoltre lavori per circa 10mila euro al Teatro Tiberini, per ammodernamento impianto luci ed impianto video. Una stagione di lavori imponente che è stata seguita in prima persona dall’amico assessore Ernesto Tiberini che purtroppo è venuto a mancare ad aprile”.
Ottimo lo sviluppo turistico. “Sia gli arrivi, come ha certificato la Regione, che il numero dei visitatori di teatro, museo e chiese sono in sensibile aumento. E’ un settore nel quale puntiamo forte, con investimenti nella promozione del territorio e delle sue eccellenze, nel progetto “Paese della Musica”, cicloturismo e negli eventi grazie ad associazioni come la Pro Loco e a privati”.
Nuove importanti sfide nel 2017. “Come per i due anni passati l’obiettivo è di non aumentare la tassazione, mantenere tutti i servizi e massima attenzione nel settore sociale. Contiamo di concludere finalmente i lavori relativi all’adeguamento sismico e ristrutturazione della scuola materna, un importante investimento per la sicurezza dei nostri bambini, entro i primi mesi dell’anno, così da poter riportare i bimbi nell’edificio rinnovato e destinare ad importanti altre funzioni l’ex Volta in via Pietro Nenni. Il 2017 dovrebbe essere l’anno della svolta anche per quanto riguarda il progetto termale dell’Acqua Sulfurea: in via di conclusione la pratica per l’ottenimento della Concessione Mineraria, si aprirà poi la fase di progettazione vera e propria dello sfruttamento della sorgente sulfurea. Nel 2017 si aprirà anche la fase che riguarderà l’emergenza architettonica ed urbana più rilevante del nostro comune, ovvero l’ex scuole Medie in P.zza Verdi. Senza contare poi i finanziamenti europei che giungeranno con i progetti integrati locali gestiti dal GAL, che dovrebbero vedere la luce appunto nel 2017, ove il comune di San Lorenzo in Campo ha già idee e progettualità ben chiare”.
(da comune San Lorenzo in Campo)

Cosa ne pensi? Lascio un commento!