Nuovo governo, stessa pappardella. Il sottosegretario marchigiano? Chi l’ha visto

Nominati i ministri, quasi tutti confermati dal governo Renzi, nominati i vice e i sottosegretari più o meno quelli di prima. Ciò che per noi è evidente è che ancora una volta le Marche, una delle regioni più PD d’Italia non è rappresentata. I nostri politici ancora fuori dai giochi e messi in un angolo senza ruoli e posizioni di interesse per il territorio. Eppure tutti si erano gettati tra le braccia di Renzi appena chiusa la parentesi Bersani, tutti a sperare vantaggi, aiuti ed agevolazioni e qualche posticino a Roma. Niente di niente, neanche in un governo che avrà vita breve, forse brevissima. Speravamo che il tremendo terremoto avesse vincolato il presidente del Consiglio Gentiloni, sangue marchigiano, a nominare almeno un sottosegretario con delega al terremoto, o qualcosa di attinente, un politico locale che conosce bene il territorio e una comunità ormai allo sconforto e disperazione.
Forse i dati sul lavoro che svolgono i nostri politici a Roma pubblicati ieri, ci danno una risposta con il parlamentare PD Marchetti tra i meno produttivi in assoluto e gli altri senza infamia e senza lode. Lavorano poco, e allora niente incarico di governo.

Ecco la lista dei sottosegretari sul sito del governo:
Presidenza del Consiglio: Teresa Amici, Claudio Bressa, Sandro Gozi, Luciano Pizzetti, Angelo Rughetti;
Affari esteri e Cooperazione: Vincenzo Amendola, Benedetto Della Vedova, Mario Giro;
Interno: Gianpiero Bocci, Filippo Bubbico, Domenico Manzione;
Giustizia: Federica Chiavaroli, Cosimo Maria Ferri, Gennaro Migliore;
Difesa: Gioacchino Alfano, Domenico Rossi;
Economia e Finanze: Pier Paolo Baretta, Luigi Casero, Paola De Micheli, Enrico Morando;
Sviluppo economico: Teresa Bellanova, Antonio Gentile, Antonello Giacomelli, Ivan Scalfarotto;
Politiche agricole, alimentari e forestali: Giuseppe Castiglione, Andrea Olivero;
Ambiente e tutela del territorio e del mare: Barbara Degani, Silvia Velo;
Infrastrutture e Trasporti: Umberto Del Basso De Caro, Riccardo Nencini, Simona Vicari;
Lavoro e Politiche sociali: Franca Biondelli, Luigi Bobba, Massimo Cassano;
Istruzione, Università e Ricerca: Vito De Filippo, Angela D’Onghia, Gabriele Toccafondi;
Beni e Attività culturali e Turismo: Dorina Bianchi, Ilaria Borletti Buitoni, Antimo Cesaro;
Salute: Davide Faraone.