Nuovo consiglio provinciale. Pronta una lista unica. Tagliolini verso la riconferma certa

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

La Provincia di Pesaro Urbino da qualche anno è divenuta Ente di Area Vasta di secondo livello, cambiando conseguentemente la modalità d’elezione degli organi, che non è più diretta ma di secondo grado. Il nuovo Consiglio provinciale  sarà pertanto composto da un presidente e da 12 Consiglieri, eletti dai Sindaci e dai Consiglieri comunali in carica. Sono eleggibili a consigliere provinciale i Sindaci ed i Consiglieri in carica dei comuni della provincia.
Il presidente uscente Daniele Tagliolini, ha indetto le elezioni del Consiglio provinciale per domenica 8 Gennaio 2017 dalle ore 8.00 alle ore 20.00; lo scrutinio avrà inizio immediatamente dopo la chiusura delle operazioni di voto.

Da ricordare che la provincia come ente di secondo livello, non elegge direttamente il consiglio e il presidente. Al voto non vanno quindi i cittadini aventi diritto ma solo i rappresentanti eletti dai comuni della provincia. I rapporti di forza per eleggere il presidente e gli assessori, rimangono chiari con il Pd ad avere una maggioranza garantita. Non dovrebbero esserci dunque problemi  per la riconferma di Tagliolini e di quasi tutti gli assessori uscenti. Il centro destra non è riuscita invece a fare una propria lista alternativa e quindi qualche rappresentante di quell’orientamento politico è stato inserito nella lista unica.

Questi nominativi che verranno presentati ed eletti: Giuseppe Paolini (sindaco di Isola del Piano), Alessandri (sindaco di Cagli), Domenico Pascuzzi (sindaco di Gabicce Mare), Andrea Pierotti (sindaco di Acqualagna), Davide Dellonti (sindaco di San Lorenzo in Campo), Palmiro Ucchielli (sindaco di Vallefoglia), Francesca Paolucci (sindaco di Tavullia), Omar Lavanna (sindaco di Mercatino Conca), Nicola Barbieri (sindaco di Mondolfo), Massimiliano Sirotti (consigliere del Comune di Urbino), Enrico Nicolelli (consigliere del Comune di Fano), Lamberto Merendoni (consigliere del Comune di Piobbico).

Cosa ne pensi? Lascio un commento!