Cellini ancora padrone del calcio dilettantistico marchigiano. Eletto per acclamazione da 224 delegati

Confermato per acclamazione assieme il consiglio direttivo. Paolo Cellini, di Urbania, ne è fiero, è ancora presidente per altri 4 anni della Lega Nazionale Dilettanti delle Marche. Lo hanno eletto per acclamazione i 224 delegati delle società. Chiamato a dirigere il calcio marchigiano per la prima volta nel 1998 è arrivato ad oggi con importanti successi e una presidenza molto equilibrata, funzionale e valida al gioco del calcio nostrano.
Erano presenti 500 persone, tra dirigenti ed accompagnatori che venivano da tutta la regione, il che conferma l’attenzione e l’interesse che esiste per il calcio dilettantistico marchigiano.
I numeri del calcio sotto Paolo Cellini sono di quelli da primato; le 609 società e le 727 squadre, fanno delle Marche la regione prima assoluta in Italia per praticanti all’attività calcistica. (1 giocatore ogni 35 abitanti)
Insieme a Cellini sono stati eletti nel Consiglio direttivo il pesarese Paolo De grandis, (unico nella provincia, oltre a Cellini), Luca Giuseppetti, Giorgio Bottacchiari, Nazzareno Franchellucci, Giorgio Moretti, Graziano Salvatelli, Bruno Sassaroli e Ivo Panichi.

(nella foto Cellini premia il capitato del Fabriano Cerreto Bartoli)

il-capitano-del-fabriano-cerreto-bartoli-riceve-il-trofeo-dal-presidente-della-figc-marche-paolo-cellini-780x647