“Maggiore condivisione delle scelte con i cittadini” è quanto sottoscritto nel proprio programma di “Fare città” da questo giovane Sindaco e dalla sua maggioranza … slogan ampiamente sbandierato anche durante tutta la campagna elettorale che però, nei fatti, fino ad oggi, risulta altrettanto ampiamente disatteso.
Ovviamente non ci riferiamo al recente esposto che abbiamo inviato al prefetto per l’affissione in luogo pubblico del consiglio comunale senza l’indicazione dei consiglieri di minoranza del quale attendiamo gli esiti e tantomeno all’atteggiamento apparentemente di sufficienza della maggioranza con il quale sono state impeccabilmente respinte, con motivazioni, a dir poco generiche, tutte le interpellanze e mozioni presentate dal M5S su Sicurezza, Sanità, Piano di emergenza comunale, Prevenzione allagamenti, Riduzione rischio idraulico, Erosione marina, Passaggio a livello, Decoro urbano, Scrutinatori, Uso sala comunale; prove, nei fatti, di quanto vi sia di sola mera retorica protocollare nei recenti e proclamati inviti alla collaborazione e confronto rivoltici anche recentemente dallo stesso Sindaco.
Ci riferiamo, infatti, alla metodica non trasparenza messa in pratica da questa Amministrazione verso i cittadini nonostante i vari solleciti del M5S. Ultimo esempio di cui, paradossalmente, si ricevono maggiori informazioni dalla stampa che dalla Giunta, è la situazione che pare si stia concretizzando fra il Comune di Mondolfo e le FFSS riguardante la soppressione del passaggio a livello a Marotta e relative opere compensative anche in conseguenza della recente sentenza del TAR che ha respinto l’ultimo ricorso.
“Riteniamo il progetto approvato del tutto inadeguato … Avvieremo una nuova trattativa con RFI garantendo la condivisione del progetto con i cittadini, gli operatori del settore turistico e le associazioni del territorio” cita testualmente il programma sottoscritto da questa maggioranza, ma, a parte il mancato coinvolgimento generale, di quanto si stia definendo nei fitti incontri fra Roma e Mondolfo, inspiegabilmente, per il momento, si rincorrono solo voci che, fra l’altro, indicano una soluzione peggiorativa rispetto a quanto proposto dalla precedente Amministrazione, venendo probabilmente a mancare la cessione dei binari lato mare.
Il M5S, unico fra tutte le forze politiche , aveva presentato osservazioni utili che, in parte accolte, hanno comunque apportato dei miglioramenti al progetto in corso.
Inoltre il M5S, da sempre, ha assecondato, senza riserve, il fronte del NO, per la chiusura del passaggio a livello, nonostante le pretestuose critiche di inesperienza ricevute dall’associazione Attraverso Marotta, anch’essa schierata per il NO; ma, guarda caso, con alcune delle sue esponenti, che, lanciate nella campagna elettorale di “fare città” sono, poi, entrate nell’attuale maggioranza.
Pertanto, invitiamo nuovamente il Sindaco e la sua giunta a spiegare al più presto, ai cittadini, qual è il lavoro svolto e l’evoluzione degli ultimi eventuali accordi con le FFSS ed i miglioramenti apportati nelle trattative rispetto alla vecchia amministrazione verso cui avevano rivolto critiche che, oggi, gli si potrebbero ritorcere contro. Attendiamo fatti e non chiacchiere, anche per sfatare il famoso detto che “fra il dire e il fare …”.