Fermignano – Mettevano una calamita sopra il contatore Enel per taroccarlo e pagare poco, anzi nulla nelle bollette. Li hanno beccati con le mani nel sacco, in questo caso meglio dire con le mani nel contatore. La compagnia elettrica e le forze dell’ordine effettuano spesso controlli dove si riscontrano anomalie sulla rete ed intervengono per capire le cause. Tempo fa avevano beccato un paio di famiglie che abitano a Gallo di Petriano che con lo stesso metodo del magnete, bloccavano il contatore che cosi rimaneva fermo nei consumi. Pagavano pochissimo di corrente seppur avevano una sfilza di elettrodomestici. Alla fine un multone, e una denuncia con relativo processo.
Stessa cosa a Fermignano, dove i gestori di un bar sono stati beccati in flagrante. Avevano manomesso il contatore anche loro con una calamita. E’ chiaro che un bar che lavora dalla mattina alla notte, i consumi dovevano essere proporzionati all’attività, invece la bolletta era di poche decine di euro. Gli agenti hanno cosi requisito il magnete e l’Enel gli ha bloccato l’erogazione della corrente.
L’attività del bar comunque non si è fermata dato che i gestori, con un generatore hanno continuato ad avere corrente elettrica e a servire i propri clienti. L’Enel intanto si prepara a rivedere tutti i consumi effettuati dal bar, e poi presenterà il conto, sicuramente salatissimo. E’ scattata anche la denuncia per furto aggravato e in questo caso si rischia da 6 mesi a 3 anni di galera.

(nella foto contatore con sopra magnete)