Scuola e raccolta differenziata: Aset insegna ai ragazzi come riciclare i gadget elettronici

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Funziona alla grande la raccolta tra gli studenti delle scuole fanesi di rifiuti ed apparecchiature elettroniche ed elettriche, i RAEE, alla quale sono abbinati dei premi in una virtuosa gara ambientale: l’iniziativa di Aset Spa ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie a raccogliere in modo consapevole materiali non più funzionanti come radio, cuffie, calcolatrici, caricabatterie, giochi elettrici, rasoi elettrici, mouse, tastiere del computer, videocamere, friggitrici, telefoni, smartphone, notebook, tablet, tostapane, ferri da stiro, sveglie, orologi, phon.
L’iniziativa è rivolta in via prioritaria agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, che hanno la possibilità di depositare gli oggetti in appositi contenitori che Aset ha consegnato agli istituti. “La risposta che stiamo ricevendo è assolutamente positiva – ha dichiarato Lucia Capodagli, presidente di Aset -: nei ragazzi c’è una straordinaria consapevolezza dell’importanza della raccolta differenziata e riescono a trasferirla ai loro genitori, ai parenti, creando un circolo virtuoso di cittadini sempre più attenti al tema del corretto conferimento dei rifiuti, della necessità di una raccolta differenziata e dell’utilità del riciclo”.
La fine di un ciclo di un elettrodomestico è una conseguenza inevitabile, ma come e dove gettare gli oggetti non è sempre chiaro. “Qui entra in gioco l’Aset – spiega la Capodagli -: il nostro personale è impegnato direttamente nelle scuole per spiegare come differenziare quel tipo di materiali e come poter partecipare a una sorta di gara tra le scuole della nostra area di competenza, che si concluderà il 30 maggio 2017”.

L’operatore Aset, al momento dello scarico, peserà il materiale conferito e rilascerà un’apposita ricevuta per il materiale raccolto. Le prime tre scuole che consegneranno, in proporzione al numero degli alunni, il quantitativo maggiore in peso di RAEE (i materiali elettrici ed elettronici, ndr.), riceveranno un premio: al primo istituto classificato una lavagna elettronica o un computer o una fotocopiatrice; al secondo, una macchina fotografica e al terzo vario materiale di cancelleria.
All’iniziativa hanno aderito le scuole di Fano, Cartoceto, Fossombrone, Sant’Ippolito, Isola del Piano, Monte Porzio, Mondolfo (ex Marotta di Fano), Pergola e San Costanzo, per un totale di 35 istituti. “Il nostro personale – ha concluso la presidente Capodagli – ha incontrato gli insegnanti direttamente a scuola; inoltre, abbiamo pensato di aprire i nostri impianti di Fano e Pergola, per consentire visite guidate alle classi che ne faranno richiesta e saranno trasportati gratuitamente”.Per maggiori informazioni, Aset Spa ha messo a disposizione un numero telefonico diretto (0721.833966) e un indirizzo mail ([email protected]).
Sia durante che dopo la conclusione della raccolta nelle scuole è sempre possibile conferire le apparecchiature elettriche ed elettroniche dismesse nei centri di raccolta differenziata di Fano e di prossima apertura a Calcinelli.

Cosa ne pensi? Lascio un commento!