Fano Rugby spettacolare. Battuto il Gran Sasso e primato consolidato.

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

E’ una Fano Rugby spettacolare quello di fronte al proprio pubblico coglie la quarta vittoria nella poule 2 del girone E del campionato di C1 e consolida il primato in classifica.
Domenica, in un “Falcone-Borsellino” come di consueto pieno di tifosi, è iniziato il girone di ritorno e il Fano, arrivato all’appuntamento da primo della classe, è riuscito ad allungare il distacco dalle inseguitrici con una prova superlativa.
Il risultato è di quelli che lasciano spazio a pochi commenti: 26-0 per i ragazzi di Franco Tonelli che dopo una partenza col freno a mano tirato (5-0 il primo tempo) sono riusciti ad imporre il proprio gioco facendo un sol boccone dei teatini, rifacendosi con gli interessi del 18-12 subito all’andata.
“Ci abbiamo messo il cuore”. Questo il commento a caldo di coach Franco Tonelli che vede avvicinarsi per il suo Fano Rugby quel sogno chiamato play off per la serie B. “Le forti piogge cadute nella notte di sabato – riprende il tecnico – ci hanno fatto giocare in un campo pesante e fangoso e a queste difficoltà ci si è aggiunto il vento che, specialmente nel primo tempo, ci ha frenato molto. Siamo comunque stati bravi ad andare in meta con Stefano Rossolini poi nella ripresa, col vento a favore, siamo stati abili a gestire la gara e a trovare altre tre mete con Breccia, Magi e Gasparini”. Ad arrotondare il risultato ci ha pensato lo stesso Alessandro Gasparini che è riuscito a centrare i pali in tre calci di trasformazione su quattro.
Per il Fano Rugby ora tre settimane di stop a causa degli impegni della nazionale, uno stop al quale i ragazzi di patron Francesco Livi arrivano con un +7 sul San Benedetto e Gubbio (19 contro 12). Più attardate in classifica Gran Sasso (10), Macerata (6) e Cus Ancona 1, Cus Ancona al quale il Fano farà visita alla ripresa delle ostilità.
Perde l’Under 18 di Giorgio Brunacci in casa del Macerata, una sconfitta che brucia perché arrivata dopo aver dominato per larghi tratti la gara. 33-27 al fischio finale con i fanesi che si mordono le mani per essere stati avanti ad un tratto anche per 5 a 22. “Peccato, era una partita da portare a casa”, questo il laconico commento del tecnico a fine gara.
Tanta voglia di lottare ma zero punti per l’Under 14 di Riccardo Sancilles e Nicola Bargnesi che contro i cugini di Pesaro non riesce a trovare la via della meta al contrario degli ospiti che alla fine segneranno 60 punti. “Il risultato parla chiaro – commenta Sancilles – ma finalmente siamo arrivati al campo con un buon numero di atleti disponibili e si è vista una gran voglia da parte di tutti. Da qui dobbiamo ripartire”.

Cosa ne pensi? Lascio un commento!