Da destra: Daniele Tagliolini (presidente Provincia Pesaro e Urbino) Massimo Seri (sindaco di Fano), Luca Ceriscioli (presidente Regione Marche)

Sessantatre milioni di euro di investimento nel territorio provinciale, da parte di Autostrade per l’Italia, per la realizzazione delle opere complementari relative all’ampliamento a tre corsie dell’autostrada A14, tratto Cattolica – Fano.

Il documento è stato siglato dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, dal presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini e dal sindaco di Fano Massimo Seri.

Una firma “storica”, quella di stamattina in Provincia, della convenzione che dà il via ufficialmente alle opere compensative nel comune di Fano collegate alla terzia corsia. Termine previsto: fine 2018. A siglare il documento, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini ed il sindaco di Fano Massimo Seri, affiancati dai tecnici della Regione e del Comune di Fano e dal direttore generale della Provincia Marco Domenicucci. Il progetto esecutivo, redatto da Autostrade per l’Italia, prevede la realizzazione, a spese di quest’ultima, di due nuovi ponti (ponte sul Metauro e Ponte sull’Arzilla), del collegamento con l’Interquartieri ma soprattutto con la E 78 ed uscita del casello (con nuovo parcheggio), più 7 chilometri di nuove strade. Nella convenzione si parla di: bretella strada provinciale 45 di Carignano – strada provinciale 3 “Flaminia”; bretella strada provinciale 3 “Flaminia” – via Campanella; nuovo assetto viabilistico collegamento statale 73 bis Fano – Grosseto svincolo autostradale di Fano esistente; bretella sud di Fano.

“Si potenzia – ha detto soddisfatto il presidente della Regione Luca Ceriscioli – il nuovo sistema infrastrutturale delle Marche, con 63 milioni di euro di investimenti sul territorio, migliori collegamenti verso la Fano – Grosseto sulla quale vogliamo finalmente ripartire, potenziamento dei servizi intorno al casello autostradale e miglioramento della percorrenza nord – sud. E’ inoltre un’importante occasione di lavoro per le imprese locali che Pavimental Spa, società in house di Autostrade per l’Italia, sicuramente coinvolgerà”.

“Si va a ridefinire e potenziare la rete infrastrutturale provinciale – ha evidenziato il presidente della Provincia Daniele Tagliolini -, alleggerendo il traffico nella città di Fano con un miglior raccordo tra le arterie esistenti e questa nuova opera anche in funzione dell’obiettivo primario che risulta essere la Fano – Grosseto. Gli interventi avranno inoltre ricadute positive per l’economia locale”.

“Quello di oggi è un risultato importante – ha commentato il sindaco di Fano Massimo Seri –, una grande opera che porta beneficio alla viabilità del territorio anche in prospettiva dell’ultimazione della Fano – Grosseto. Significa anche alleggerire il traffico che ricade sulle strade della città di Fano. Importanti i due nuovi ponti, soprattutto quello del Metauro. Va poi detto che rappresenta una boccata d’ossigeno per la nostra economia, importanti risorse ricadono sul territorio, la ditta affidataria del lavoro ha già iniziato a predisporre il cantiere”.