Gabicce pronta a fare le valigie e passare in Romagna: Pesaro stordita da una idea che prende sempre più corpo.

Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting
Web Hosting

Adesso anche Gabicce se ne vuole andare dalla provincia di Pesaro Urbino e dalle Marche. Come mai? Perchè tutti adesso guardano la Romagna come se fosse un eden? Ma non dicevano che questa è la provincia felice dove si vive bene, i servizi sono ai massimi livelli, la sanità è d’eccellenza, i distretti produttivi, come il mobile, funzionano e danno lavoro a tanti. Forse non è proprio cosi dato che dopo la prima mandata di comuni fuoriusciti come Novafeltria e San Leo, sono arrivate le richieste di cambiare regione di Montecopio e di altri comuni. Ora a tentare di tagliuzzare ancora la provincia, impoverirla e ridurla ulteriormente nel territorio, la volontà di molti cittadini di Gabicce di lasciare le Marche.
Un comitato agguerrito e forte della volonta di tanti gabiccesi, affila le armi e vuole portare Gabicce in Romagna. Si parla già di referendum per uscire dalle Marche e per abbracciare Cattolica per poi diventare forse un unico comune. I motivi, dicono quelli del comitato, sembrano più che evidenti a partire dal fatto che Gabicce è stata lasciata sola dalla Regione e Provincia nel settore turismo, fonte primaria dell’economia locale e del territorio.
E poi il fatto che l’operazione dell’Unione dei Comuni a 8 in provincia di Pesaro- Urbino, che sta portando avanti il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, non convince proprio e non da certezze.
Quelli del comitato affermano che gli abitanti di Gabicce sono stanchi di questa situazione di incertezza e del fatto di essere periferia di Pesaro e lontana mille miglia da Ancona. Gabicce con Cattolica, Gradara ed anche San Leo, potrebbe diventare un centro turistico ricettivo di grande interesse dalle potenzialità economiche straordinarie.

Cosa ne pensi? Lascio un commento!